Cronaca

Lunga scia di fuoco nella notte, incendiate auto a Sternatia, Nardò, Surbo, Matino e Guagnano

lunedì 8 gennaio 2018
Ore di intenso lavoro per i vigili del fuoco. In tutto otto mezzi sono stati danneggiati dalle fiamme. 

Notte di incendi nel Salento: sono state in tutto otto le auto avvolte dalle fiamme in cinque punti dicversi della provincia. A Sternatia, all'alba, in piazza Castello, il rogo ha interessato il furgone Fiat Scudo di una ditta di pompe funebri, completamente distrutto, una Stilo Station Wagon parcheggiata vicino e anche una Punto, parzialmente danneggiata al livello del paraurti. 
Il sospetto è che si sia trattato di incendio doloso. In merito è intervenuto il sindaco di Sternatia Massimo Manera: 
“Esprimo tutta la mia solidarietà ai due proprietari, ma allo stesso tempo li invito a collaborare con le forze dell’ordine e a riferire tutto quanto a loro conoscenza. Se vorranno seguire questa strada noi tutti saremo al loro fianco. Così come, come sempre, assicureremo la massima collaborazione alle forze dell’ordine per garantire ogni sicurezza ai nostri concittadini”. Sul posto, insieme ai vigili del fuoco, i carabinieri della stazione di Soleto e i militari del Norm di Maglie.
Altri incendi, tutti domati dai vigili del fuoco, anche a Surbo, Nardò, Guagnano e Matino
Nal primo caso le fiamme sono divampate in via D'Amelio e hanno interessato una Opel di proprietà di un uomo del posto e una Smart parcheggiata vicino. Le fiamme, di natura misteriosa, hanno divorato entrambi i mezzi annerendo anche la facciata di un'abitazione adiacente. Sul caso indagano i carabinieri della locale stazione. 
A Nardò un rogo ha distrutto una Nissan Qashqai di proprietà di un geometra del posto che era parcheggiata in via Fermi.  

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
16/01/2018
Controlli nell’ultimo weekend sul territorio di ...
Cronaca
15/01/2018
La denuncia arriva dal Presidente dell’Ordine delle ...
Cronaca
15/01/2018
Operazione “ I visitatori”: in manette due ...
Cronaca
15/01/2018
L'allarme lanciato da Coldiretti: troppo scarso il consumo di frutta e verdura a ...